Brad o George

BRAD O GEORGE

Inutile negarlo. I divi di Hollywood in tema di moda-capelli maschile fanno scuola, e il cambiare spesso immagine è uno dei segreti del loro fascino. Perchè quindi non ispirarsi al loro look?

E che ci si senta Brad oppure George poco importa, l’indispensabile è essere sempre se stessi e copiarli non con invidia o desiderio d’imitazione ma con ironia e personalità.

Johnny Depp – Se oggi è saldamente in testa nella classifica dei 25 uomini più “hot” nel mondo, un motivo ci sarà. Non ha mai abbandonato il mood “maudit”, cupo e spontaneo degli esordi, ma oggi ai capelli lunghi di un tempo ha sostituito un taglio più corto ma sempre ribelle da modellare a colpi di gel e cera, anche ad effetto wet. È restato, invece, fedele alla barba di un giorno (quando non è pizzetto) che ben si accorda con il suo con il look da “bello e dannato”

George Clooney – Carisma, fascino irresistibile e sex appeal da vendere. Certo, lo sguardo tenebroso, il capello brizzolato e l’innegabile sense of humor gli danno una bella mano ma il suo stile rétro e di gran classe, con capelli medio-lunghi, da sempre miete unanimi consensi. Il taglio deve essere ordinato, pulito e con la nuca sfumata, e va lavorato utilizzando la brillantina in crema che, lontana anni luce da quelle di un tempo, assicura un effetto bagnato e preciso senza ungere, appesantire o incollare. L’ideale è stenderla sulla chioma asciutta distribuendola su tutta la lunghezza con il pettine.

Patrick Dempsey – Il successo della serie “Grey’s Anatomy” l’ha portato ad essere conosciuto ai più come “dottor Stranamore” ma nella realtà è più vicino alla figura del seduttore romantico. Il suo look è come lui: una capigliatura un po’ ribelle, resa accattivante da un’aria spettinata ed un po’ “out of bed” abilmente studiata. Per imitarla, serve un gel ad effetto bagnato, applicato a capelli umidi su tutta la chioma o solo su alcune ciocche e lasciato asciugare al naturale, senza ricorrere al phon. Garantisce infatti una tenuta duratura ed un finish lucido e brillante per tutto il giorno del tipo “appena usciti dalla doccia”.

Brad Pitt – È il portabandiera di un look easy e disinvolto ma super curato, che attinge a un classico” dell’hairstyling maschile ma attualizzato da un’aria volutamente informale che lo rende subito mordero e cool. Il suo cut corto, spettinato ad arte, rasato ai lati e più lungo sopra, per lasciar spazio alla creatività e all’estro personale, gioca la carta vincente di una capigliatura sana e luminosa. Per realizzarlo è necessario un gel per definire le singole ciocche, separandole e rendendole molto lucide.

Tobey Maguire – Di lui colpisce (e conquista) l’aria da bravo ragazzo, abilmente valorizzata da una pettinatura composta, con riga laterale, che sembra dire a tutti “sono davvero un tipo per bene”. Questo stile dall’appeal leggermente rétro richiede uno styling ben definito che assicuri una tenuta ottimale senza però appesantire o togliere naturalezza al look perfetto l’uso di una cera modellante che rende i capelli luminosi e compatti senza renderli rigidi.

Hugh Jackman – Sarà perchè è australiano e nella terra dei canguri quanto vita en plein air e look sempre disinvolto e naturale sono maestri, ma il suo stile dal mood degagé, informale e abilmente spettinato si rivela perfetto praticamente ovunque, perché è un passe partout e risolve il problema dei capelli che non stanno mai a posto. Il basic dello styling è un gel “a memoria di forma”, capace di scolpire la pettinatura rendendola indeformabile, tanto che anche se viene stropicciata, ritorna da sola al suo posto.

Robbie Williams – Idolo delle teen agers ama stupire anche con le acconciature, spesso caratterizzate da creste e ciuffi. Il suo look street style non è tra i più facili da portare ma ha il vantaggio che si fa notare. Se volete adottarlo, ricordate che richiede una personalità altrettanto spiccata ed una propensione al non passare inosservati in qualsiasi contesto. Questo tipo di pettinatura richiede un plus di sostegno e bisogna utilizzare una pasta fibrosa, che modella e controlla gli stylings più strong, da applicare, dopo averla riscaldata bene strofinandola tra le mani, sui capelli asciutti insistendo nei punti dove serve maggior fissaggio.

Jude Law – Siamo abituati al suo cliché di playboy impenitente, sciupafemmine, un po’ torbido. Fascinoso e intrigante, lo è di certo, ma c‘è chi è pronto a giurare che sia romantico e divertente. Il suo look ultimamente si è orientato verso uno stile più casual, adottando un taglio corto e spettinato. Una scelta obbligata, la sua, per colpa di una stempiatura sempre più evidente. Una pettinatura scompigliata “ad hoc”, oltre ad essere di grande attualità è estremamente facile da ottenere. Basta avvalersi di una pasta modellante che, applicata sulla chioma umida o asciutta, sostiene gli stylings più scolpiti e permette di plasmare i capelli a piacimento modificandone la forma anche più volte.